Economia

L’Ecuador è il primo paese per esportazione di ananas in Sudamerica

Il Ministero della produzione, del commercio estero, degli investimenti e della pesca, ha comunicato che l’Ecuador figura adesso come il primo paese esportatore di ananas in Sud America, nonché come ottavo mondiale in termini assoluti.

Tra gennaio e novembre 2021, le esportazioni di ananas dall’Ecuador hanno raggiunto i 46 milioni di dollari, secondo quanto registrato della Federazione degli Esportatori Ecuadoriani (Fedexpor). La cifra è del 22% in più rispetto allo stesso periodo del 2020, anno in cui sono stati esportati 37 milioni di dollari, e del 16% rispetto al 2017.

Ciò significa che nel 2021 è stato raggiunto il maggior numero di esportazioni di ananas a livello mondiale. In effetti, anche l’Ecuador è cresciuto anche in termini di tonnellaggio. Il paese è passato dall’esportazione di 75.573 tonnellate nel 2020 a 90.186 tonnellate fino a novembre dello scorso anno.

La varietà che il paese esporta è la Golden Sweet e viene coltivata principalmente nella provincia di Santo Domingo. Fino al 2020, il Ministero dell’Agricoltura ha registrato una produzione di 104.059 tonnellate di ananas su scala nazionale.

Esportazioni all’annoQuantità (in milioni di dollari)
201739
201837
201938
202037
202146

Destinazioni principali

La prima destinazione commerciale per l’ananas ecuadoriano è l’Unione Europea. Olanda e Germania compaiono in quel blocco come due dei principali acquirenti.

Il Cile, invece, è il primo Paese come destinazione commerciale per la frutta ecuadoriana con una domanda media annua di oltre 12 milioni di dollari. Solo nel 2021 ha importato 15 milioni di dollari di ananas ecuadoriano. Altri paesi che acquistano questo eccellente prodotto andino sono gli Stati Uniti e l’Argentina.

Anche Nuova Zelanda, Uruguay e Russia appaiono come grandi consumatori, sebbene la percentuale sia minima rispetto a Cile, Olanda, Germania, Argentina e Stati Uniti.

Coltivazione di ananas in Ecuador @ Diario La Hora

Pablo Ribadeneira, presidente dell’azienda esportatrice Agroeden, ha spiegato che un fattore che ha aiutato l’ananas ecuadoriano a posizionarsi primo tra i paesi sudamericani è stato che concorrenti come la Colombia hanno ridotto le loro spedizioni. Nel caso specifico dell’azienda, nell’ultimo anno si è registrato un buon andamento della domanda nei paesi del Sudamerica, come Cile, Argentina e Uruguay, dove vengono spediti in media otto container settimanali.

Secondo i dati del Ministero delle Produzioni, del Commercio Estero, degli Investimenti e della Pesca, l’attività di produzione di ananas genera 2.500 posti di lavoro.

Xavier Rosero, vicepresidente esecutivo di Fedexpor, ha affermato che la domanda di frutta su scala globale è aumentata dall’inizio della pandemia e che i frutti tropicali, come l’ananas, hanno iniziato a posizionarsi nella domanda internazionale.

“È necessario che il Paese lavori su un’agenda interna per aumentare la produttività del raccolto, per migliorare la competitività dei costi interni e che sia accompagnata dall’apertura di mercati con maggiore domanda che consenta all’ananas di entrare con meno tasse doganali”, ha affermato Rosero al quotidiano ecuadoriano El Universo.


Per rimanere sempre informato sull’Ecuador, seguici anche su FacebookTwitterInstagram, e Youtube!

© Riproduzione riservata

Foto di Copertina: TriestePrima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...